Natalia Treviño

Natalia Treviño  -  Messico/Stati Uniti

Testimone


È comprensibile che facciamo di lei

un campionario di umanità.

Botticelli ebbe la sua Venere

:Simonetta Vespucci

per "La nascita di Venere" - ogni bionda

esibita nelle "Prove di Mosè"

nella Cappella Sistina - la ragazza

la sola i cui occhi elemosinarono un bacio

nelle "Tentazioni di Gesù"

- sia Flora dea dei fiori

per amore di Cristo e la coglitrice di fiori

avida sguardo-in-camera nella "Primavera".

Simonetta fu incoronata di grazia

:la "Madonna del Magnificat".

Ebbe lui stesso sepolto ai suoi piedi

di sposa quando morì.

Come altro immaginare il divino

se non con il volto di chi amiamo?

È quello che facciamo.

Sopportiamo l'effimero.

Veneriamo quel che è perduto.