Carlos Vitale

Carlos Vitale   -  Spagna


Argentino di nascita (1953), vive da tempo a Barcelona. Poeta e traduttore, attivissimo nei siti di poesia internazionale.

Giornata


Tu nuda in piedi nella penombra.

La tua schiena è l'arco della conoscenza.

Dal mio letto osservo e aspetto.

Quando ti giri mi dirai chi sono

- senz'altra luce che il mio desiderio.



Lo stato delle cose


Hai fermato la notte

- però negandomi il giorno.



Parola d'ordine


La parola è paura,

metallo, addio,

corpo senza corpo

- e disfatta.



Risate di coccodrillo


Non ti sbagliare - quello della foto

così sorridente

già era infelice

(tu lo sai

certo che lo sai).


Guardalo bene qui dietro

- pubblico o comparsa -

sfumato

anche se in primo piano.

Sorride

sebbene sia morto.


Se gli chiedi farsi avanti

non fa ombra.

Devi convincerti - soltanto

un'omba

non fa ombra.



Laterale


Un'aria grigia,

qualche fotografia,

certi amori,

riti, paesaggi,

nemmeno una lacrima

- qualcosa che sembra

la felicità.