Abdellatif Laabi

Abdellatif Laabi - Marocco/Francia


Fez, 1942 - Vive in Francia da molti anni, autore di importanti libri di poesia e narrativa, diversi tradotti in italiano.

Per ritrovarsi

prima

bisogna perdersi


Bisognerà un giorno

che ci scusiamo con la terra

e in punta di piedi

ritirarci


***

Assenza


Stasera è impossibile scrivere

leggere o eseguire i piccoli bisogni

che s'impongono o s'inventa il prigioniero scrupoloso

Io sono immobile nella posizione

dell'assenza: il mio corpo si frammenta

sole interiore sorto dalle mie passioni

idioma del vento

nella vela dello spazio che migra

Io cammino tra carovane di costellazioni

con tutte le diaspore dell'umiliazione.


***

Domani


Domani

sarà lo stesso giorno

Io non avrò vissuto che qualche istante

con la fronte incollata al vetro

per accogliere il carosello del crepuscolo


Io avrò soffocato un grido

perché nessuno in questo deserto

l'avrà ascoltato

Io mi sarò messo

in posizione fetale

sul posto della mia antica solitudine


Io avrò atteso

che il mio bicchiere sia vuoto a metà

per rivelare il gusto del fiele

Io mi sarò visto

svegliandomi l'indomani

sospeso e

atrocemente simile.